El brentòn de la cultura (CD 2007, Azzurra Music)

da una ricerca di Cesare Furnari a Oppeano

con Grazia De Marchi e Il Nuovo Canzoniere Veronese:

Michela Cordioli chitarra, Giuseppe Zambon fisarmonica, Piero Parona violino, Emanuele Zanfretta flauti, oboe e cornamusa

michela cordioli el-brenton-de-la-cultur
michela cordioli el-brenton-de-la-cultur

press to zoom
michela cordioli El brenton de la cultur
michela cordioli El brenton de la cultur

press to zoom
michela cordioli El brenton de la cultur
michela cordioli El brenton de la cultur

press to zoom
1/3
  1. Sento il fischio del vapore

  2. La bela la va in campagna

  3. Angiolina

  4. Ecolo là che’el tira el spago

  5. La bela violeta

  6. Canti delle mondine: 

       A la matina il late fredo

       Mamma mia che treno lungo

       O mamma mia non piangere

  1. Mamma de la mia mamma

  2. Un bel giorno del mese di Aprile

  3. L’inglesa

  4. Le rondinelle

  5. Quando ero picina picina/E gli alberi son fioriti

  6. La vien giù da le montagne

  7. Donna lombarda (al baldorè)

  8. Il cacciatore nel bosco

 ‘El brentòn de la cultura’ è un CD di canti tradizionali veronesi riproposti da Grazia De Marchi e dal Nuovo Canzoniere Veronese formato da Michela Cordioli alla chitarra, Giuseppe Zambon alla fisarmonica, Piero Parona al violino ed Emanuele Zanfretta ai fiati e alla cornamusa.

Partecipano alle registrazioni anche Marco Pasetto (clarinetto, sax soprano, ocarina e scacciapensieri) e gli amici Alfeo e Valentino Fasoli nel canto ‘Le rondinelle’. 

Il CD raccoglie 14 brani scelti e arrangiati dal gruppo musicale, tra i tanti raccolti negli anni ’70 da Cesare Furnari e dai suoi alunni di scuola media di Oppeano, nella Bassa Veronese, pubblicati nell’omonimo libro da CIERRE Edizioni.

In questa raccolta è soprattutto l’immaginario femminile a parlare, cioè quella componente della società patriarcale abituata sostanzialmente a subire, sopportare, ubbidire, quasi sempre senza possibilità di replica. Al marito e alle istituzioni, ai genitori e alla suocera, all’amore/amante sempre libero di usar violenza. 

Ballate, canti narrativi, canti di lavoro: un patrimonio culturale che non deve essere dimenticato, pubblicato grazie al lavoro di Grazia De Marchi, dei suoi musicisti e grazie al contributo dei Comuni di Verona e di Oppeano e della Regione del Veneto.

10 Le rondinelle
01 Sento il fischio del vapore
09 L_inglesa