Lasciatemi vivere  (CD 2000, EMI Rossodisera Records)

Testi e musica di Marco Ongaro con Grazia De Marchi voce, Stefano Tonellotto chitarra, Maria Vicentini violino, Grazia Colombini viola, Massimo Rubulotta percussioni, Beppe Zorzella tromba, Ezio Zanelli tromba, Enrico Terragnoli basso acustico, Michela Cordioli chitarra.

michela cordioli Lasciatemi vivere cd
michela cordioli Lasciatemi vivere cd

press to zoom
michela cordioli Lasciatemi vivere cd re
michela cordioli Lasciatemi vivere cd re

press to zoom
michela cordioli Lasciatemi vivere cd
michela cordioli Lasciatemi vivere cd

press to zoom
1/2
  1. Lasciatemi vivere

  2. Pippi Pellegrino (La profezia)

  3. Giù la maschera

  4. Volo di notte

  5. Ma la senti la musica

  6. Segreto amore

  7. Se marinaio non fossi stato

  8. Un’amica in viaggio

  9. Girotondo

  10. Iside

  11. La locandiera

  12. Il nome di un re

  13. La mia voce

  14. La promessa sposa

  15. Cedi le armi

  16. Senza rete

Grazia De Marchi, attraverso le parole che Marco Ongaro ha scritto su di lei e per lei, con il CD ‘Lasciatemi vivere’ si racconta liberando il suo corpo-memoria da 16 variopinti veli poetici (chiamateli pure canzoni) tessuti con il prezioso filo della sua non comune vita di donna impegnata, di guerriera indomita e appassionata, di amante tenera e spregiudicata, di madre sorella amorevole… Sì, Grazia canta canzoni che interpretano e disvelano dettagli di vita (Una vita è tutte le vite. Una donna è tutte le donne) così intimi da divenire umanamente universali e per questo semplicemente commoventi. Con impudico coraggio, la sua voce calda e accogliente come non mai ci racconta del suo passato e del suo presente più toccante. Con maturo distacco, ci accompagna in un quieto viaggio interiore, attraverso il quale riconosciamo, rispecchiandoci, il suono stesso dei nostri passi. E poi la musica, composta, arrangiata, ed eseguita con penetrante rigore da entusiasti musicisti, amici per e della pelle di quella dea popolare che è la Grazia, vibrante e finale colpo di vento che ci consente finalmente di scrivere che ‘La Regina è nuda!’.

14 La promessa sposa
05 Ma la senti la musica